Voucher Innovation Manager: le ultime novità

6 Febbraio 2020

Gennaio 2020 è stato contrassegnato da due novità in materia di Innovation Manager: l’annuncio dello stanziamento di ulteriori risorse finanziarie finalizzate a soddisfare tutte le domande non finanziabili per esaurimento fondi e la proroga del termine ultimo di sottoscrizione del contratto di consulenza specialistica.

La misura del Voucher Innovation Manager  ha riscosso grande successo fra le Pmi e reti d’imprese, tanto che le istanze inviate eccedono le risorse finanziarie stanziate dalla Legge di Bilancio 2019, pari a 50 milioni di euro: a fronte di 3.615 domande presentate, solo 1.831 sono finanziabili con la dotazione originaria, residuando 1784 domande non agevolabili.

Per finanziare anche le 1784 rimanenti lo scorso 15.01.20 è stata annunciata l’avvenuta firma, ad opera del Ministro Stefano Patuanelli, del decreto che dispone il rifinanziamento per 46 milioni di euro della misura.

Voucher Innovation Manager: le ultime novità

In attesa della pubblicazione del decreto di stanziamento delle ulteriori risorse finanziarie, il decreto direttoriale del 20.01.2020 ha disposto la proroga del termine ultimo di sottoscrizione del contratto di consulenza specialistica. Secondo le nuove disposizioni, che modificano il decreto direttoriale 25 settembre 2019 (all’articolo 6, comma 1, lettera a), la sigla del contratto di consulenza deve avvenire entro 60 giorni dalla pubblicazione sul sito web del Ministero del provvedimento di concessione delle agevolazioni. Il nuovo provvedimento si rivolge alle imprese e alle reti beneficiarie del Voucher, al fine di consentire loro di poter disporre di un termine più ampio per la sottoscrizione del contratto di consulenza specialistica oggetto dell’agevolazione stessa.

Pertanto, per le imprese che hanno già ottenuto la concessione in virtù del decreto direttoriale 20 dicembre 2019, il termine ultimo per la sottoscrizione del contratto di consulenza specialistica è fissato per il prossimo 18 febbraio 2020.

Mentre per le imprese che non hanno, ad oggi, ancora ottenuto la concessione (quelle cioè che rientreranno grazie alle nuove risorse messe a disposizione dal Ministero e che sono in attesa del decreto di concessione), il nuovo termine di 60 giorni andrà a decorrere dalla data di pubblicazione del relativo provvedimento di concessione dell’agevolazione.

Si evidenzia che i contratti di consulenza specialistica oggetto di agevolazione debbono riportare gli elementi previsti dal bando (all’articolo 3, comma 6 del decreto direttoriale 25 settembre 2019) e che gli stessi vanno trasmessi al Ministero esclusivamente nell’ambito della presentazione della prima richiesta di agevolazione.

Mettici alla prova

Raccontaci gli obiettivi della tua impresa, ti proporremo soluzioni su misura per le tue necessità