Stop all’invio delle domande per il bando ISI INAIL 2019

10 Aprile 2020

Con avviso pubblicato il 2 aprile sul proprio sito, l’INAIL ha ufficialmente comunicato il rinvio del bando Isi 2019.

A causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, e considerate le misure restrittive che hanno portato alla chiusura delle attività economiche, ha previsto la riprogrammazione del calendario al fine di consentire la partecipazione a tutte le imprese.

L’apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda, prevista per il prossimo 16 aprile, è stata rinviata a data da destinarsi. Il calendario aggiornato di tutte le fasi dell’iter di accesso ai finanziamenti sarà pubblicato dall’Istituto entro il 31 maggio 2020. Inail puntualizza che, se a quella data dovessero persistere restrizioni tali da non garantire un’ampia partecipazione, la pubblicazione del calendario potrebbe però subire un ulteriore rinvio. Restano però invariate le modalità di partecipazione.

Il bando ISI 2019, lanciato lo scorso dicembre, è la decima edizione dell’intervento a sostegno di progetti migliorativi dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro.

La dotazione finanziaria della misura ammonta ad oltre 250 milioni di euro.


Destinatari dei finanziamenti

Destinatarie del finanziamento sono le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento anche gli Enti del terzo settore.

 Sono finanziabili le imprese con progetti che raggiungono la soglia di 120 punti sulla base di parametri prestabiliti.

Progetti ammessi a finanziamento

Le tipologie di progetti ammissibili sono le seguenti:

  • Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale - Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2)
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) - Asse di finanziamento 2
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto - Asse di finanziamento 3
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività - Asse di finanziamento 4
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli -Asse di finanziamento 5 (sub Assi 5.1 e 5.2).

Risorse finanziarie destinate ai finanziamenti

Il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA come di seguito riportato.
Per gli Assi 1 (sub Assi 1.1 e 1.2), 2, 3 e 4 nella misura del 65% e con i seguenti limiti:

  • Assi 1 (sub Assi 1.1 e 1.2), 2, 3, fino al massimo erogabile di 130.000,00 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 5.000,00 Euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’allegato (sub Asse 1.2) non è fissato il limite minimo di finanziamento.
  • Asse 4, fino al massimo erogabile di 50.000,00 Euro ed un finanziamento minimo ammissibile pari a 2.000,00 Euro.
  • Asse 5 (su Assi 5.1 e 5.2) nella misura del:

     - 40% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);

     - 50% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.2 (giovani agricoltori).

Il finanziamento massimo erogabile è pari a Euro 60.000,00; il finanziamento minimo è pari a Euro 1.000,00.

Modalità e tempistiche di presentazione della domanda

La domanda deve essere presentata in modalità telematica con successiva conferma attraverso l’apposita funzione presente nella procedura per la compilazione della domanda on line di upload/caricamento della documentazione come specificato negli Avvisi regionali/provinciali sul sito www.inail.it

Mettici alla prova

Raccontaci gli obiettivi della tua impresa, ti proporremo soluzioni su misura per le tue necessità