Ridurre le imposte grazie agli interventi di riqualificazione energetica realizzati nel 2019

27 Aprile 2020

L’agevolazione dell'Ecobonus consiste in una detrazione dall’Imposta sul Reddito delle Società (IRES) concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di prestazione energetica degli edifici esistenti tra cui:

  • Sostituzione di generatori di calore esistenti con caldaie a condensazione, generatori d’aria a condensazione o pompe di calore
  • Sostituzione di serramenti compressivi di infissi
  • Installazione di schermature solari
  • Coibentazione dell’involucro edilizio
  • Installazione di collettori solari per la produzione di energia termica

Le detrazioni, da ripartire in 10 rate annuali di pari importo, sono riconosciute nelle misure del 50% o 65% dei costi ammissibili in funzione della tipologia di intervento effettuato.

Condizione indispensabile per fruire delle detrazioni è di trasmettere all’ENEA entro 90 giorni dalla fine lavori, mediante apposito portale, la documentazione necessaria a dimostrare i requisiti previsti dalla Legislazione e Normativa tecnica vigente.

Se la trasmissione all’ENEA non è stata effettuata nei termini previsti, grazie alla Remissione in bonis è possibile comunque regolarizzare l’inadempimento ed usufruire dei benefici dell’ECOBONUS.

Cosa fare?

  1. Verificare che l’intervento realizzato rispetti tutti i requisiti previsti dalla legislazione e normativa tecnica vigente
  2. Trasmettere all’ENEA mediante apposito portale la documentazione necessaria a dimostrare i suddetti requisiti entro il termine di presentazione della prima Dichiarazione dei Redditi Utile (scadenza UNICO 2020: 30 Novembre 2020).
  3. Versare contestualmente la sanzione di 250 €

Mettici alla prova

Raccontaci gli obiettivi della tua impresa, ti proporremo soluzioni su misura per le tue necessità