La Lombardia punta sulla nuova Linea Internazionalizzazione Plus

21 Dicembre 2020

Lo scorso 30 Novembre la regione Lombardia ha approvato i criteri applicativi della Misura “Linea Internazionalizzazione Plus”.

Il nuovo strumento, dedicato alle PMI, vuole promuovere l’internazionalizzazione del tessuto imprenditoriale lombardo e prevede una dotazione finanziaria di 8,3 milioni di €.


Beneficiari

Le agevolazioni sono concesse alle PMI, iscritte al Registro delle Imprese ed attive da almeno 24 mesi con sede operativa attiva in Lombardia. Escluse le aziende con codice Ateco primario sez.A, L, K.


Interventi ammissibili

  • Programmi integrati di sviluppo internazionale volti ad avviare in maniera strutturata e/o consolidare il proprio business nei mercati esteri
  • Progetti che prevedano spese totali per almeno 40.000 € con durata massima di 15 mesi dalla data del decreto di concessione salvo proroga


Spese ammissibili

  1. Partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero e ad eventi a queste collegati (ad es. workshop, eventi B2b, seminari, ecc.). Sono altresì ammissibili spese per la partecipazione a fiere virtuali e per l’utilizzo di piattaforme di matching/agendamento di incontri collegati alle fiere.
  2. Istituzione temporanea all’estero (per un periodo di massimo 6 mesi) di showroom/spazi espositivi per la promozione dei prodotti/brand sui mercati esteri. Sono altresì ammissibili spese per vetrine/esposizioni virtuali.
  3. Azioni di comunicazione ed advertising per la promozione di prodotti o brand su mercati esteri
  4. Spese relative allo sviluppo e/o adeguamento di siti web o l’accesso a piattaforme cross border (B2B/B2C) per consolidare la propria posizione sui mercati esteri anche finalizzati alla vendita on line di prodotti o servizi.
  5. Consulenze in relazione al Progetto e al programma di internazionalizzazione.
  6. Spese per il conseguimento (no consulenze) di certificazioni estere per prodotti da promuovere nei paesi target (incluse le certificazioni per l’ottenimento dello status di Operatore Economico Autorizzato e delle altre figure di esportatore autorizzato previste dagli accordi di libero scambio siglati dalla UE con Paesi terzi).
  7. Commissioni per eventuali garanzie fidejussorie di cui alla D.G.R n. 675/2018.
  8. Spese per il personale dipendente (in Italia e all’estero) impiegato nel Progetto di internazionalizzazione calcolate in maniera forfettaria nella misura del 20% sul totale delle spese dalla lettera a) alla lettera g).
  9. Spese generali forfettarie nella misura del 7% sul totale delle spese dalla lettera a) alla lettera h).


Tipologia e misura del contributo

L’agevolazione sarà concessa fino al 100% delle spese ammissibili di cui:

  • 80 % sotto forma di finanziamento agevolato
  • 20% sotto forma di contributo a fondo perduto

Il tasso nominale annuo di interesse applicato al Finanziamento è fisso ed è pari allo 0%.

L’agevolazione minima richiedibile è pari a € 40.000

L’agevolazione massima richiedibile è pari a € 500.000

La durata del finanziamento è compresa tra i 3 e i 6 anni, con un periodo di preammortamento massimo pari a 24 mesi.

Le domande saranno selezionate tramite una procedura valutativa a sportello, sino ad esaurimento fondi.

Modalità e tempistiche per la presentazione della domanda saranno resi noti con bando di prossima pubblicazione.

Contattaci per maggiori informazioni