Programma Life

Il programma LIFE 2014-2020 è lo strumento finanziario dell’UE a supporto di progetti relativi all’ambiente e al clima.

Il programma si articola in due sottoprogrammi: il sottoprogramma “Ambiente” ed il sottoprogramma “Azione per il clima”.

Il sottoprogramma Ambiente prevede poi tre settori di azione prioritari: Ambiente ed uso efficiente delle risorse, Biodiversità, Governance e informazione ambientale.

Il sottoprogramma Azione per il clima ne prevede altri tre: Mitigazione dei cambiamenti climatici, Adattamento ai cambiamenti climatici, Governance e informazione in materia climatica.

Obiettivi

Il bando intende finanziare progetti pilota e progetti di dimostrazione centrati sullo sviluppo, sperimentazione, strategie, migliori pratiche, soluzioni alle sfide ambientali e climatiche, nonché progetti di informazione, sensibilizzazione e divulgazione su temi ambientali e sull’adattamento ai cambiamenti climatici.

Gli obiettivi elencati nel bando sono molteplici. Sinteticamente si possono così raggruppare:

  • contribuire al passaggio a un'economia efficiente in termini di risorse, con minori   emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici;
  • migliorare lo sviluppo, l'attuazione e l'applicazione della politica e della legislazione ambientale e climatica dell'Unione;
  • sostenere maggiormente la governance ambientale e in materia di clima a tutti i livelli; 
  • sostenere l'attuazione del Settimo programma d'azione per l'ambiente.

Risorse

Lo stanziamento della UE è di € 3.456.655, così suddivisi: € 2.592.491 Euro per il sottoprogramma ambiente ed € 864.163.750 per il sottoprogramma Azione per il clima.

Il contributo massimo per i progetti in generale può coprire fino al 55% dei costi ammissibili, ad eccezione dei progetti Ambiente-Natura e biodiversità per i quali il contributo può coprire fino al 60%, che, tuttavia, nel caso di habitat o specie prioritarie può essere elevato fino al 75%.

Relativamente ai progetti Natura e biodiversità, almeno il 25% del budget di un progetto deve essere dedicato ad azioni concrete di conservazione, pena l’inammissibilità. (Le Guidelines specificano quali costi possano rientrare in tale calcolo).

A chi ci rivolgiamo

Ai beneficiari di questo bando che sono tanto gli Enti pubblici quanto le organizzazioni private commerciali e non commerciali (comprese le ONG) con sede nell’UE.

Eventuali organismi ammissibili che hanno sede al di fuori dell’UE possono partecipare a un progetto in qualità di beneficiari associati, a condizione che la loro presenza conferisca valore aggiunto al progetto.

Le caratteristiche di LIFE 2014-2020

I progetti proposti devono essere di interesse comunitario e apportare un contributo significativo al raggiungimento degli obiettivi del programma; devono inoltre essere tecnicamente e finanziariamente coerenti ed efficienti sotto il profilo dei costi, oltre che sostenibili e replicabili. Devono, infine, svolgersi sul territorio dell’Unione Europea oppure, in via eccezionale, anche al di fuori di essa o nei Paesi e territori d’Oltremare a condizione però che il proponente abbia sede nell’Unione Europea e che la realizzazione dei progetti sia funzionale al raggiungimento degli obiettivi ambientali comunitari.

Per i progetti di LIFE non è richiesto il requisito della transnazionalità: un progetto trans-nazionale, a parità di altre condizioni, sarà favorito solo se questa cooperazione è essenziale per garantire la protezione dell’ambiente o della natura.

Mettici alla prova

Raccontaci gli obiettivi della tua impresa, ti proporremo soluzioni su misura per le tue necessità