Credito d’Imposta per le PMI che partecipano a fiere internazionali confermato per il 2020

24 Febbraio 2020

Introdotto per la prima volta l’anno scorso con il Decreto crescita 2019 (DL 34/2019), il tax credit fiere è stato riconfermato anche quest’anno dalla Legge di Bilancio 2020 (Legge 160 del 27/12/2019).

Il fine dell’agevolazione in esame è evidente: contribuire a rafforzare la visibilità e la qualità delle politiche di internazionalizzazione adottate dalle PMI italiane, mediante il riconoscimento di un credito d’imposta attribuito nella misura del 30% delle spese sostenute e fino ad un massimo di 60.000 euro.

Inizialmente, il tax credit era usufruibile esclusivamente per la partecipazione di fiere organizzate all’estero, ma successivamente, attraverso a un emendamento al Decreto crescita 2019 approvato dalle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera dei Deputati, il bonus è stato esteso anche per l’adesione a fiere in programma in Italia.

DOTAZIONE FINANZIARIA

Lo stanziamento inserito nella Legge di Bilancio 2020 per sostenere la misura è pari a 10 milioni di euro per l’anno 2020 e di 5 milioni di euro per l’anno 2021. L’agevolazione è riconosciuta fino all’esaurimento dello stanziamento

DESTINATARI

Possono beneficiare della misura le piccole e medie imprese italiane purchè esistenti alla data del 1°gennaio 2019. La misura coinvolge, pertanto, le imprese che:

  • occupano meno di 250 unità lavorative-anno (ULA)
  • ed hanno un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro oppure un totale di bilancio (attivo dello stato patrimoniale) annuo non superiore 43 milioni di euro.

Al fine di determinare correttamente la dimensione aziendale, i predetti parametri devono essere debitamente considerati anche in relazione a tutte le imprese associate e collegate a quella richiedente.

Credito d’imposta per le PMI che partecipano a fiere internazionali confermato per il 2020

INCENTIVO

Il bonus fiere è un‘agevolazione erogata in forma di credito di imposta l’aliquota è pari al 30% delle spese sostenute per partecipare alle fiere di settore internazionali e nazionali. Il tetto massimo di credito fruibile è di 60 mila euro e le spese ammesse al beneficio sono quelle sostenute per:

  • affitto degli spazi espositivi ed allestimento;
  • attività pubblicitarie, di promozione e di comunicazione connesse alla partecipazione alle fiere

Il credito è riconosciuto per il periodo d’imposta in corso al 1°maggio 2019,dall’entrata in vigore del Dl 34/2019 e al 1° gennaio 2020 per il periodo d’imposta 2020

Il credito d’imposta sarà utilizzabile esclusivamente in compensazione (ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo n. 241 del 9 luglio 1997) e nel rispetto del regime de minimis.

Per la piena operatività della misura si dovrà attendere l’apposito decreto del Mise, nel quale saranno definite le disposizioni attuative con riferimento a:

  • l’elenco delle manifestazioni fieristiche internazionali di settore per cui trova applicazione il credito di imposta;
  • le tipologie di spese connesse alla partecipazione/iscrizione alla fiera ammesse al beneficio;
  • le procedure di recupero nei casi di utilizzo illegittimo dei crediti d’imposta, 

Mettici alla prova

Raccontaci gli obiettivi della tua impresa, ti proporremo soluzioni su misura per le tue necessità