Prossimi eventi

Webinar dal 30 Giugno 2022

LIFE RecOrgFert PLUS

Calendario

Seleziona una data per vedere gli Eventi

__list__

Sguardi oltre il reale

Mostre

24 Settembre 2021

10 Ottobre 2021

Luogo: Palazzo Ducale del Giardino

Città: Parma

Sguardi oltre il reale - Warrant

Apre al pubblico sabato, 25 settembre, nel Palazzo Ducale del Giardino di Parma la mostra di Alfonso Borghi "Sguardi oltre il reale", nell’ambito delle iniziative di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21, con il patrocinio del Comune di Parma e il supporto di Warrant Hub oltre a Crédit Agricole, Conad, Centro Nord, Bernazzoli, Devodier, R.A.L. srl.

Mostra e catalogo ( Editoriale Giorgio Mondadori) sono a cura di Stefania Provinciali.


Un’occasione eccezionale per poter ammirare le opere del Maestro di Campegine (Reggio Emilia) appositamente realizzate e i prestigiosi affreschi che ornano le sale del piano nobile del Palazzo, solitamente chiusi al pubblico, dove il percorso espositivo è allestito grazie all’ospitalità del Comando Provinciale dei Carabinieri.


"Un luogo ideale - afferma- per dar voce artisticamente all’emozione del mio ritorno a Parma dopo l’ultima esposizione, dieci anni fa, dedicata ad Attilio Bertolucci e alla sua poesia che avevo tenuto a Palazzo Pigorini; la memoria è andata alle parole dell’amico Giuseppe Amadei che mi diceva “Le percezioni dell’artista sono infinitamente più preziose che le descrizioni più fedeli della realtà”. Ecco nel realizzare queste opere mi sono ricordato di quanto mi diceva".


Qui a Palazzo Ducale i dipinti di Alfonso Borghi trovano ideale collocazione, espressione di emozioni, luoghi, idee, suggestioni poetiche. Ci sono nelle opere i colori forti, mescolati a materia e materiali, le sovrapposizioni fatte per strati, le trame sommerse che diventano racconto visivo, in un percorso che trova ampi riferimenti nella ricerca dell’artista che a partire dagli anni settanta del Novecento ha rinnovato nel tempo i legami con la propria storia pittorica, trovando nuovi, infiniti riferimenti creativi, formali e di contenuto.


Esposte quindici opere materiche, accompagnate da cinque boules e un piatto, creati nella fucina delle Ceramiche San Giorgio Albisola. Il fare dell’artista si rinnova in queste ceramiche dal titolo allusivo "Miti", volte a narrare storie antiche ma pur sempre moderne poiché espressione del sentire umano, nelle tracce e nelle forme dettate dal colore.