BANDO ISI 2022

14 Febbraio 2023

Contenuto: ARTICOLO TECNICO
Servizio: MISURE NAZIONALI

Il presente Bando ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti, nonché incoraggiare le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, all’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative.


SOGGETTI BENEFICIARI

L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura e anche agli enti del terzo settore limitatamente all’Asse 2 di finanziamento. 


MASSIMALE INVESTIMENTO E INTENSITÀ AGEVOLAZIONE

Il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’iva, come di seguito riportato.

  1. Per gli Assi 1, 2, 3 e 4 il finanziamento non supera il 65% delle predette spese, fermo restando i seguenti limiti:
    • Assi 1, 2, 3, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 5.000,00 euro né superiore a 130.000,00 euro. Non è previsto alcun limite minimo di finanziamento per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’allegato (Asse di finanziamento 1.2);
    • Asse 4, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 2.000,00 euro né superiore a 50.000,00 euro.
  2. Per l’Asse 5 il finanziamento è concesso nella misura del:
    • 40% per la generalità delle imprese agricole
    • 50% per giovani agricoltori.

Per ciascun progetto il finanziamento non potrà essere inferiore a 1.000,00 euro né superiore a 60.000,00 euro. 

SPESE AMMISSIBILI

Progetti investimento
Sono ammissibili a finanziamento:
A. le spese di progetto;
B. le spese tecniche e assimilabili.

Sono “spese di progetto” tutte le spese direttamente necessarie all’intervento, nonché quelle accessorie o strumentali funzionali alla sua realizzazione e indispensabili per la sua completezza. Le spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione del progetto e indispensabili per la sua completezza che non siano direttamente riconducibili alla riduzione del rischio di cui alla Tipologia di intervento selezionata in domanda non devono essere prevalenti rispetto a quelle direttamente riconducibili alla riduzione del rischio.


Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
Sono ammissibili spese di consulenza del progetto ed eventuale spese di certificazione.


Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC)
Sono ammissibili a finanziamento:
A. le spese di progetto;
B. le spese tecniche e assimilabili.

Sono “spese di progetto” tutte le spese direttamente necessarie all’intervento, nonché quelle accessorie o strumentali funzionali alla sua realizzazione e indispensabili per la sua completezza. Le spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione del progetto e indispensabili per la sua completezza che non siano direttamente riconducibili alla riduzione del rischio di cui alla Tipologia di intervento selezionata in domanda non devono essere prevalenti rispetto a quelle direttamente riconducibili alla riduzione del rischio.


Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto
Sono ammesse tutte le spese direttamente necessarie all’intervento, nonché quelle accessorie o strumentali funzionali alla sua realizzazione e indispensabili per la sua completezza, comprese, solo nel caso della rimozione di coperture in cemento-amianto, anche quelle relative al rifacimento delle stesse.


Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività
Sono ammissibili a finanziamento:
A. le spese di progetto;
B. le spese tecniche e assimilabili.

Sono “spese di progetto” tutte le spese direttamente necessarie all’intervento, nonché quelle accessorie o strumentali funzionali alla sua realizzazione e indispensabili per la sua completezza. Le spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione del progetto e indispensabili per la sua completezza che non siano direttamente riconducibili alla riduzione del rischio di cui alla Tipologia di intervento selezionata in domanda non devono essere prevalenti rispetto a quelle direttamente riconducibili alla riduzione del rischio.


Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli
Sono ammissibili a finanziamento:
A. le spese di progetto, relative all’acquisto o al noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali e/o di macchine agricole e forestali;
B. le spese tecniche, consistenti unicamente in quelle per la redazione della perizia asseverata. 


Le domande potranno essere presentate dal 02/05/2023 al 16/06/2023.


Questa misura ti interessa?

Vai in fondo alla pagina e clicca sul pulsante contattaci!

Articoli Correlati

L'incentivo ha l'obiettivo di fornire sostegno e promuovere le imprese che effettuano investimenti in nuovi beni strumentali, sia materiali che immateriali, volti a favorire la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle strutture e dei prodotti situati nel territorio nazionale.
Arriva l'Avviso ISI Inail 2023: un'opportunità per le imprese che vogliono investire nella sicurezza dei lavoratori e nell'innovazione sostenibile. Questi investimenti mirano non solo a ridurre in modo significativo le emissioni inquinanti ma anche a migliorare il rendimento aziendale e la sostenibilità complessiva.
Affrontiamo le recenti modifiche al regime fiscale del Patent Box, introdotto dal Decreto fiscale 2021 e ridefinito dalla Legge di Bilancio 2022. Queste modifiche prevedono una significativa maggiorazione del 110% per le spese legate a Ricerca e Sviluppo, Innovazione tecnologica, design, ideazione estetica, ottenimento del titolo di privativa e tutela legale dei diritti sui beni immateriali. Tale incremento mira a favorire la deducibilità di tali spese ai fini delle imposte sui redditi e dell'IRAP.
La Commissione UE ha dato il via libera alla proposta italiana di revisione del PNRR, inclusiva dei fondi del programma RePowerEU. Questa integrazione prevede un finanziamento significativo di 6,3 miliardi di euro per il Piano Transizione 5.0 nel biennio 2024-2025.

Contattaci per maggiori informazioni