Agenzia per la Coesione Territoriale: Avviso pubblico per la presentazione di proposte per la selezione e il sostegno di iniziative delle imprese finalizzate a contrastare gli impatti negativi generati dalla Brexit

13 Aprile 2023

Contenuto: ARTICOLO TECNICO
Servizio: MISURE NAZIONALI

L'Agenzia per la Coesione Territoriale ha recentemente pubblicato un avviso pubblico per la presentazione di proposte finalizzate a contrastare gli impatti negativi generati dalla Brexit sulle imprese private iscritte nel Registro delle Imprese. Il bando destina risorse a valere sulla Brexit Adjustment Reserve - BAR, uno strumento speciale di emergenza istituito dalla Commissione Europea con l'obiettivo di contrastare le conseguenze economiche, sociali, territoriali e ambientali della Brexit negli Stati membri.


Le risorse complessivamente stanziate ammontano ad euro 112.000.000 e possono essere utilizzate per finanziare le sole spese sostenute dal 1° Gennaio 2020 fino alla data di presentazione della proposta di finanziamento e di importo complessivo non inferiore ad euro 10.000, al netto dell'Iva.

Sono agevolate le spese:

  • del personale connesso all'attuazione della proposta di finanziamento,
  • le spese di viaggio (es. biglietti aerei e treni), i soggiorni, incluse le assicurazioni di viaggio, il vitto, i visti,
  • le consulenze e i servizi esterni quali studi, formazione, sistemi informatici, creazione, modifiche e aggiornamenti di siti web, attività di promozione, comunicazione, pubblicità o informazione collegate all'iniziativa,
  • altre consulenze e servizi specifici necessari, verifiche tecniche e costi generali, d'ufficio e amministrative (es. canoni, utenze, forniture per ufficio, manutenzione, pulizia, ecc.);
  • le infrastrutture e le attrezzature connesse all'attuazione della proposta di finanziamento.


Le richieste di finanziamento devono evidenziare il collegamento diretto con gli effetti negativi della Brexit, mostrando i danni subiti, la relativa entità in termini economici e la coerenza con le finalità della Riserva di adeguamento alla Brexit. L'aiuto sarà concesso in regime de minimis e assume la forma di rimborso alle spese effettivamente sostenute dai proponenti e documentate all'interno delle proposte di finanziamento. Inoltre, prevede un contributo a fondo perduto pari al 100% delle spese ammissibili.


Le imprese potranno presentare la loro istanza di finanziamento a partire dalle ore 12.00 del 13 aprile 2023 fino alle ore 12.00 del 12 luglio 2023. L'aiuto sarà concesso in base all'ordine cronologico di presentazione delle domande ritenute ammissibili.


Ti interessa questa misura?

Vai in fondo alla pagina e clicca sul pulsante contattaci!

Articoli Correlati

L'incentivo ha l'obiettivo di fornire sostegno e promuovere le imprese che effettuano investimenti in nuovi beni strumentali, sia materiali che immateriali, volti a favorire la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle strutture e dei prodotti situati nel territorio nazionale.
Arriva l'Avviso ISI Inail 2023: un'opportunità per le imprese che vogliono investire nella sicurezza dei lavoratori e nell'innovazione sostenibile. Questi investimenti mirano non solo a ridurre in modo significativo le emissioni inquinanti ma anche a migliorare il rendimento aziendale e la sostenibilità complessiva.
Affrontiamo le recenti modifiche al regime fiscale del Patent Box, introdotto dal Decreto fiscale 2021 e ridefinito dalla Legge di Bilancio 2022. Queste modifiche prevedono una significativa maggiorazione del 110% per le spese legate a Ricerca e Sviluppo, Innovazione tecnologica, design, ideazione estetica, ottenimento del titolo di privativa e tutela legale dei diritti sui beni immateriali. Tale incremento mira a favorire la deducibilità di tali spese ai fini delle imposte sui redditi e dell'IRAP.
La Commissione UE ha dato il via libera alla proposta italiana di revisione del PNRR, inclusiva dei fondi del programma RePowerEU. Questa integrazione prevede un finanziamento significativo di 6,3 miliardi di euro per il Piano Transizione 5.0 nel biennio 2024-2025.

Contattaci per maggiori informazioni